Costa Smeralda

Costa Smeralda

La favola ebbe inizio quasi casualmente nel 1958 con il banchiere inglese John Duncan Miller che visitava la Sardegna con il suo yacht e si fermò alla fonda nel golfo di Cala di Volpe, fù colpito dalla bellezza dei luoghi. Al suo rientro, descrisse quell’angolo di paradiso Sardo a Karim Aga Khan IV e si lasciò coinvolgere nell’avventura imprenditoriale, lo stesso ne rimase folgorato di questa terra selvaggia e inaccessibile.

Era il 14 Marzo 1962 quando Karim Aga Khan, Patrick Guinness, Felix Bigio, Andrè Ardoin, John Duncan Miller e Renè Podbielski, si ritrovarono davanti al notaio Mario Altea di Tempio Pausania per dare vita al Consorzio che trasformerà “L’UNFARRU DEI PASTORI“ nel paradiso dei turisti e Monti di Mola in Costa Smeralda.

L’unicità dei luoghi era ed è data da una natura aspra e selvaggia a tratti ingentilita dal giallo delle ginestre, accarezzata dal maestrale che porta con sé i profumi del ginepro, caratterizzata da spiagge dalla candida sabbia, da un susseguirsi d’insenature dalle acque cristalline.

La natura millenaria ha plasmato i graniti regalando forme uniche con riflessi che variano nel corso della giornata e delle stagioni.

Big del jet set, capitani della finanza mondiale, campioni sportivi, personalità di spicco della politica sono stati e sono di casa in Costa Smeralda.

Questa miriade di persone di un elevato rango hanno eletto quest’angolo della Sardegna come seconda casa.
Oltre la già decantata bellezza dei luoghi, un fattore importante è stato e anche oggi lo si ritiene fondamentale è la riservatezza e la privacy che i luoghi e la gente del luogo garantiscono.

Arzachena

Arzachena è situata nella parte Nord-Orientale della Sardegna-Italy con Lat.41° 4’ 34 N – Long. 9° 23’ 25 Est , nella regione storica della Gallura .
L’origine si perde nella notte dei tempi .
Forse la prima testimonianza risale addirittura ad Omero che nel capitolo X dell’Odissea descrive l’avventura di tre uomini , inviati da Ulisse alla ricerca di acqua nel nostro territorio .Nella strada levigata e spianata incontrano la figlia del re Antifate che scende alla fontana . I marinai conoscono la casa del padre ,una fortezza aguzza e la sorgente detta ARTACHIEN , che significa fonte dell’Orso , trasformato poi in ARTAKIENA .

C’è anche chi sostiene che il nome Arzachena sia di derivazione araba e significherebbe “ Luogo dell’azzurro “ . Nel 1298 era governata dalla repubblica marinara di Pisa , passo agli Aragonesi nel 1326 . Nel 1376 fu completamente abbandonata dalla popolazione a causa di una grave pestilenza . Nei secoli successivi fu gradualmente ripopolata da pastori , fuggiaschi , briganti e contrabbandieri .

Il 14 Maggio 1922 la popolazione ottenne l’indipendenza amministrativa da l’allora capoluogo Tempio . Il paese rimane prevalentemente agricolo fino agli anni sessanta del Novecento .

Nel 1961 ebbe inizio l’evento turistico che fu il motore trainante dell’economia Arzachenese , della Gallura e dell’intera Sardegna

Baja Sardinia

BAJA SARDJNIA : in passato chiamata Cala Battistoni sorge nell’estrema punta Nord della penisola della Costa Smeralda , Lat.41,14° Nord – Long.9,48° Est .
Situata ad Ovest di Porto Cervo da cui dista Km. 4 circa .
Dotata di un mare turchese circondata da rocce di granito che cambiano colore alle prime luci dell’alba , un angolo di paradiso disposto a ventaglio in ampia Baia , che si affaccia a Nord verso l’Isola di Caprera e a Ovest verso il Golfo di Arzachena . Il maestrale , dall’entroterra , trasporta i profumi della macchia mediterranea . L’architettura s’ispira alla vicina Porto Cervo ma non è inclusa in tale consorzio .

Dotata di un proprio ente che sovraintende alle varie necessità della rinomata località .

Dista dalla città di Arzachena km.10,55 circa .